mbc systems - entra in contatto con noi







Comunicare in libertà

Soluzioni

Reti LAN - su rame, fibra o wireless

Il protocollo IP, utilizzato fino a poco tempo fa solo dai pc, ora è disponibile per tutta una serie di dispositivi; ne sono un esempio la stampanti e i dischi fissi, ma anche i telefoni telecamere, sistemi di controllo presenze, sono solo alcune delle possibilità offerte da questa tecnologia.

Cablaggio strutturato

Se si utilizzano dispositivi con tecnologie differenti, il cablaggio strutturato è la risposta giusta. Non è un caso se è diventato uno standard, nell'impiantistica di ogni ufficio o azienda, permettendo di mantenere separati gli impianti (anche dal punto di vista elettrico), pur giovandosi della flessibilità di un simile sistema. Sono ormai pochissime le realtà che non utilizzano il cablaggio strutturato per connettere telefoni, computer e accessori, citofoni e quant'altro.

Firewall e sicurezza aziendale

VOIP - Telelavoro e sedi remote

La necessità delle aziende di contenere i costi, da un lato e le esigenze del personale dall'altro, hanno favorito lo sviluppo del lavoro da casa o ufficio decentralizzato. E' possibile creare un'unica rete per collegare più efficacemente clienti, partner e dipendenti, semplificare e rendere più efficienti le comunicazioni o ricevere le chiamate importanti a un numero di telefono impostato.

Collegamenti wireless

Campi di utilizzo

Una rete basata su cavi solitamente è la soluzione più pratica, ma ci sono situazioni dove una connettività wireless risolve i problemi legati alla mobilità ed alla flessibilità che richiediamo al nostro accesso ad internet o alle risorse condivise da altri personal computer e server. Un altro fattore che gioca a favore di questo tipo di connessione è quello economico, dove ci sono ostacoli alla realizzazione di cablaggi è indispensabile pensare ad una rete wireless piuttosto che ad una tradizionale. Il classico esempio può essere quello dell'interconnessione di due edifici vicini, ma separati da un strada pubblica.

Vantaggi

Una tipologia di connessione è definita Wi-Fi 802.11 ed è uno standard di trasmissione che funziona a 2,4Ghz di frequenza. Un networking wireless Wi-Fi non è nient'altro e una rete ethernet che trasporta i dati nell'etere, attraverso muri, soffitti ed anche strutture in cemento dal concentratore ai p.c. utilizzando una trasmissione in radiofrequenza in luogo del tradizionale cavo. Utilizzando questa modalità di collegamento anche i programmi che utilizziamo normalmente non hanno bisogno di nessuna modifica, continueranno a funzionare regolarmente.

Componenti

Per realizzare una rete wireless Wi-Fi è necessario un Access Point che è il concentratore della rete senza fili,è comparabile ad un hub di una rete tradizionale, questo apparato è dotato di una doppia interfaccia, la prima in radiofrequenza per permettere l'accesso ai computer dotati di scheda senza fili, indifferentemente siano portatili o desktop, la seconda "tradizionale" ethernet 10/100 RJ45 che consente di far dialogare i dispositivi wireless con quelli cablati tradizionalmente, ha un raggio d'azione tra i 20 ed i 500 metri, questo dipende dove è installato ovviamente, se l'ambiente non ha muri o infrastrutture che attenuano la portata del segnale otterremo i migliori risultati.
Ovviamente anche dal lato pc occorre installare una scheda in grado di raggiungere via radiofrequenza il nostro concentratore o Access Point, anche in questo caso Intel è in grado di offrire una gamma completa di soluzioni che permettono di coprire le più disparate esigenze, dal notebook al desktop con schede PCMCIA - PCI oppure USB.

Sicurezza

Il problema principale delle reti senza filo è la sicurezza. I segnali radio, essendo diffusi nell'etere, possono essere intercettati senza difficoltà. Di conseguenza è necessario prendere contromisure di tipo crittografico per garantirne la riservatezza. Lo standard inizialmente proposto per questo compito era il WEP a 40 o 104 bit, ma la debolezza di questo protocollo, che lo rendevano molto poco sicuro impossero ben presto una sua sostituzione con il WPA, che utilizza una variante dell'algoritmo WEP a cui sono state rimosse le principali debolezze.
Il protocollo WPA2, ratificato nel 2004, si basa sull'algoritmo di cifratura l'AES che garantisce un'elevata sicurezza ma non è compatibile con le apparecchiature della generazione precedente.
Buona norma consiglia di considerare le reti senza filo come reti a bassa sicurezza, vietando agli utenti collegati di accedere a dati riservati senza un'ulteriore livello di sicurezza, ed utilizzare una VPN se necessario.