mbc systems - entra in contatto con noi

Autorizzazione Ministeriale

ATTENZIONE ALLA CERTIFICAZIONE MINISTERIALE!!

Gentili clienti, servirsi di una sociètà autorizzata per l'installazione del proprio centralino telefonico oltre ad ottemperare ad una disposizione di legge vi garantisce anche sull'affidabilità tecnica-operativa della ditta. Infatti per ottenere il rinnovo della licenza, la cui durata è tre anni, si riceve una visita di un funzionario del ministero che appura l'esistenza di tutti i requisiti necessari per la progettazione, l'installazione e il collaudo degli impianti. Requisiti che vanno dal personale qualificato alla strumentazione; dagli automezzi alle assicurazioni obbligatorie.

L'ATTUALE NORMATIVA NON E' APPLICABILE PERCHE E' IN CORSO DI APPROVAZIONE UN NUOVO DECRETO !

L'installazione e manutenzione di impianti telefonici è regolamentata dalla L. 28/marzo 1991 rif. 108 e dal successivo regolamento attuativo di cui al D.M. 314 del 23 maggio 1992.

Il combinato dispositivo delle norme succitate prescrive innanzitutto che: l'installazione e la successiva manutenzione dell'impianto debbano essere eseguite da aziende in possesso di autorizzazioni ministeriali di grado adeguato alla potenzialità dell'impianto telefonico.

Qualora la società installatrice dell'impianto non sia in possesso dell'autorizzazione ministeriale, e quindi non sia chiaramente in grado di rilasciare certificazione richiesta durante il controllo per conto A.S.L., essa incorre nelle sanzioni disposte dall'art. 2 L. 109/9le cioè la sanzione amministrativa della multa da €.516,00 a €.5.160,00.


In tale sanzione incorre anche il soggetto per cui è stata effettuata l'installazione.


E' inoltre previsto dall'art. 6 D.M. 314/92 la disconnessione della rete telefonica per gli utenti non in regola con le vigenti disposizioni.


Per ovviare a tale inottemperanza alle disposizioni legislative, è necessario che il soggetto presso cui è stato installato l'impianto si munisca di dichiarazione di conformità rilasciata esclusivamente da aziende che il Ministero  ha ritenuto idonee ad eseguire tale attività.

DM 314/92

Autorizzazione Ministeriale